Pubblicato il documento Farmaci nella donna che allatta al seno: un approccio senza pregiudizi a cura del Tavolo Tecnico Operativo Interdisciplinare sulla Promozione dell’Allattamento al Seno.

È dimostrato che nel bambino l’allattamento al seno protegge dalle infezioni e previene l’obesità; inoltre nella madre la durata dell’allattamento al seno sembra correlarsi con la riduzione del rischio di cancro al seno e altre patologie materne. Pertanto l’allattamento al seno va sospeso solo quando vi siano reali e documentate controindicazioni mediche oppure per scelta informata da parte della madre. La donna che allatta al seno può trovarsi nella condizione di dover assumere farmaci per curarsi. In questo caso è appropriato chiedersi se il loro uso sia sicuro per il bambino. Il documento fornisce informazioni di base riguardanti l’approccio generale al problema dell’assunzione di farmaci da parte della donna che allatta al seno.

Scarica il documento [pdf 190 kb]

Gruppo di Lavoro ad hoc

Riccardo Davanzo, coordinatore, Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale, Istituto Materno-Infantile “Burlo Garofolo”, Trieste

Antonio Clavenna, Laboratorio per la Salute Materno Infantile, IRCCS – Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri”, Milano

Maurizio Clementi, Elena Di Gianantonio, Matteo Cassina, Cepig-UOC di Genetica Clinica ed Epidemiologica, Azienda Ospedale di Padova

Fabrizio De Ponti, Farmacologia, Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche, Università di Bologna

Maria Luisa Farina, Tossicologia Clinica – Centro Antiveleni, Azienda  Ospedaliera Papa Giovanni XXIII, Bergamo

Stefania Mandrella, La Leche League Italia, Roma

Antonella Sagone, consulente professionale in allattamento materno-IBCLC, Roma

Approvato dal Tavolo Tecnico Operativo Interdisciplinare sulla Promozione dell’Allattamento al Seno nella riunione del 16 settembre 2014