Riccardo Davanzo
Presidente del TAS
Neonatologo
Responsabile Rooming-in/Nido
Neonatologia e TIN IRCCS Burlo Garofolo, Trieste

Come è noto da 4 anni è attivo al Ministero un Tavolo Tecnico Operativo Interdisciplinare sulla Promozione dell’Allattamento al Seno (TAS), che ha proprio l’obiettivo di promuovere, proteggere e sostenere l’allattamento in Italia.

Per rispondere al meglio al suo mandato il TAS ha condotto una politica di collaborazione con i referenti della promozione dell’allattamento al seno attivi sul territorio nazionale, nonché con le Società scientifiche e con Istituti aventi finalità scientifica.

E’ appena uscito il rapporto delle attività del TAS relative al periodo 2015-2016, che di seguito cerchiamo di riassumere.

  1. In merito alla protezione dell’allattamento al seno, gli interventi sulla pubblicità scorretta e le relative sanzioni il 15 settembre 2015 è stato elaborato il documento “Commercializzazione degli alimenti per lattanti: violazioni del dm 82/2009”. Il documento, che permette di riconoscere le violazioni di legge, distinguendole dalle violazioni del Codice Internazionale di Commercializzazione dei sostituti del latte materno, in modo sintetico fornisce informazioni utili sulla procedura sanzionatoria, anche per chi, rilevando violazioni, voglia attivare una specifica segnalazione. È stato pubblicato sul sito del Ministero della salute http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2416_allegato.pdf ed è stato inoltrato agli Assessorati alla sanità, ai NAS e alle Associazioni dei medici di base e dei pediatri di libera scelta, per favorirne la massima diffusione.
  2. Durante il primo semestre del 2015 su invito del TAS, un documento sull’etica professionale, definito “Impegno di Autoregolamentazione”, è stato prodotto dal Comitato di Bioetica della SIP.
  3. Nel 2014 il TAS ha elaborato il documento “Latte materno nell’ambito dell’EXPO 2015 di Milanohttp://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2135_allegato.pdf), con lo scopo di incorporare il concetto della promozione dell’allattamento al seno nell’ambito dell’eredità culturale da trasmettere alle generazioni future, che dovranno gestire il problema della sostenibilità globale della nutrizione umana.
  4. E’ stata organizzata in data 12 maggio 2016 presso l’Auditorium del Ministero della Salute all’EUR la Conferenza Nazionale “Protezione e sostegno dell’allattamento al seno”. La Conferenza ha visto un’ottima partecipazione di pubblico (circa 300 persone) e l’intervento di Assessori e delegati delle varie Regioni e Provincie autonome, che hanno presentato le best practice adottate a livello locale, relative alla promozione, protezione e sostegno dell’allattamento al seno. In occasione di tale evento è stato presentato il nuovo opuscolo informativo “Allattare al seno – un investimento per la vita”, frutto di un complesso lavoro di sintesi tra i diversi materiali informativi utilizzati nelle precedenti campagne, in grado di fornire un messaggio omogeneo alle gestanti e alle neomamme, sulla pratica dell’allattamento al seno. All’interno dell’opuscolo (http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_303_allegato.pdf) sono inseriti 5 video tutorial, che utilizzano una grafica in movimento, al fine di coinvolgere al massimo l’utenza nel recepimento dei consigli e delle indicazioni contenute negli stessi (ad esempio come usare il tiralatte, trovare la giusta posizione per l’attacco al seno, ecc..). Inoltre, considerata l’esigenza di raggiungere il numero maggiore possibile di neomamme per informarle e supportarle, l’opuscolo è stato diffuso attraverso le principali testate editoriali di puericultura attraverso pagine tabellari o banner, creati appositamente, che riportano l’immagine e lo slogan della Campagna.
  5. La Position statement 2015 “Allattamento al seno e uso del latte materno/umano. Position Statement 2015 di Società Italiana di Pediatria (SIP), Società Italiana di Neonatologia (SIN), Società Italiana delle Cure Primarie Pediatriche (SICuPP), Società Italiana di Gastroenterologia Epatologia e Nutrizione Pediatrica (SIGENP) e Società Italiana di Medicina Perinatale (SIMP)” è stata promossa e condivisa dal TAS e pubblicata sul Portale del Ministero della salute http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2415_allegato.pdf. Il documento è il frutto di un ampio lavoro di collaborazione inter-scoietaria per una sempre maggiore diffusione dei benefici dell’allattamento al seno e un più ampio successo della sua pratica.
  6. Secondo i dati presentati a Trieste in data 16-17 Novembre 2016 all’11° Congresso dell’International Network for Kangaroo Mother Care (INK) da Montirosso del Gruppo della Care della Società Italiana di Neonatologia solo il 62 % delle Unità di Terapie Intensive Neonatali (UTIN) consentono accesso illimitato ad entrambi i genitori. L’apertura 24/24 h delle UTIN è in aumento rispetto ad indagini precedenti, ma ancora migliorabile. Con l’obiettivo di facilitare questo processo e l’allattamento al seno, durante la Conferenza del 12 maggio, alla presenza del Ministro della Salute, i Presidenti di Vivere Onlus, SIN (Società Italiana di Neonatologia) e TAS hanno firmato il documento “Promozione dell’uso di latte materno nelle Unità di Terapia Neonatale ed accesso dei genitori ai reparti. Raccomandazione congiunta del Tavolo Tecnico operativo interdisciplinare per la promozione dell’allattamento al seno (TAS), Società Italiana di Neonatologia (SIN) e Vivere Onlus”. Il documento è relativo all’apertura 24/24 h delle Unità di Terapia Intensiva Neonatale ai genitori dei bambini ricoverati al fine, fra l’altro, di promuovere l’uso del latte materno presso questa popolazione a rischio. Il documento è pubblicato sul sito istituzionale: http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2497_allegato.pdf
  7. Il TAS ha infine collaborato con altri Tavoli Tecnici del Ministero della Salute ed in particolare con:
    1. Tavolo di lavoro per la corretta alimentazione ed educazione nutrizionale fino a 3 anni di vita del bambino, che ha predisposto delle FAQ facilmente consultabili: http://www.salute.gov.it/portale/p5_1_1.jsp?lingua=italiano&id=201
    2. Gruppo di monitoraggio dell’appropriatezza operativa e gestionale delle banche del latte umano donato, che ha realizzato una prima indagine conoscitiva sulle Banche del Latte Umano Donato (BLUD). I risultati hanno messo in evidenza che c’è un’aderenza ottimale alle Linee di Indirizzo per quanto riguarda la tracciabilità del latte donato, il controllo delle donatrici, i controlli batteriologici sul latte e il metodo di pastorizzazione e di conservazione. Tutte le Banche risultano funzionanti nell’ambito di una Neonatologia con neonati di e.g. < 34 settimane. La dotazione in apparecchiature delle BLUD risulta buona, ma lo staff dedicato appare ridotto (nel 64% un solo operatore), il 18% delle Banche non è dotato di manuale delle procedure HACCP, il 29% delle BLUD non garantisce il servizio di ritiro del latte a domicilio.
  8. Allo scopo di realizzare interventi sinergici mirati al contrasto delle false controindicazioni ad allattare al seno è stato raggiunto un accordo con l’AIFA per la costituzione di un Tavolo Tecnico di valutazione delle problematiche connesse all’assunzione di farmaci da parte della donna che allatta al seno. L’obiettivo è quello di esaminare le tipologie rilevanti in merito alle controindicazioni presenti in determinati farmaci e fornire agli operatori indicazioni utili per un approccio consapevole.

 

In conclusione, il bilancio sulle attività del TAS di questi due ultimi anni sembra decisamente positivo. Ed al Ministero si sta attualmente valutando la necessità di un rinnovo del Tavolo.