Particolare dell’opera Madonna del Latte in trono con il bambino, di Jean Fouquet (1450 circa) massimo esponente della pittura francese del ‘400. Faceva parte di un dittico commissionato all’artista dal tesoriere del re di Francia Carlo VII. Il dipinto incanta nella sua ambiguità svelata dalla genesi dell’opera. Infatti, la donna ritratta a rappresentare la Madonna altro non sarebbe che Agnes Sorel figlia del signore di Condun, donna bellissima, dal “bel seno” , come veniva definita all’epoca, dama di corte ed amante dello stesso re, al quale avrebbe dato 3 figlie, morendo alla fine per un aborto.

Nonostante la sacralità del tema, l’impressione che se ne riceve è quella di un ambiente mondano e di corte, ben diverso da quello sereno ed intriso di religiosità proposto dai pittori della tradizione italiana del ‘400.

 

Riccardo Davanzo