madonnaQuesta Madonna che allatta è ben rappresentativa del lavoro del Cavallino, in cui la raffigurazione dei personaggi è volta a far emergere tenerezza, garbo e grazia nell’atteggiamento. Queste caratteristiche erano ben apprezzate a Napoli in quel periodo storico, attraversato da episodi drammatici e tensioni sociali. Rispondevano infatti ad un desiderio dei committenti della rappresentazione di una condizione di equilibrio e serenità a valenza compensatoria.

Nel lavoro del Cavallino, si possono notare gli influssi del lavoro di grandi maestri come Caravaggio, Rubens, Tiziano, Paolo il Veronese, e altri, che hanno avuto sull’artista. Tuttavia, il suo lavoro si caratterizza per una propria identità stilistica, legata alla maturità artistica e alla qualità tecnica raggiunta dal pittore.

 

A cura di Claudio Maffeis

Direttore U.O.C. di Pediatria ad Indirizzo Diabetologico e Malattie del Metabolismo

Direttore Centro Regionale Diabetologia Pediatrica

Università e Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata – Verona